Manovra 2020: incentivi per le imprese che assumono

Mag 28, 2020

Manovra 2020: incentivi per le imprese che assumono

Sgravi per l’assunzione degli under 35 e per l’apprendistato di primo livello, bonus eccellenze, esoneri contributivi per le società sportive femminili e non imponibilità della liquidazione anticipata della NASpI per la sottoscrizione del capitale delle cooperative. Ecco cosa prevede la Manovra 2020 per incentivare l’assunzione dei dipendenti.

Sgravi per l’apprendistato di primo livello

Per promuovere l’occupazione giovanile, la Legge di Bilancio 2020 riconosce uno sgravio contributivo integrale, per i contratti stipulati nel 2020, ai datori di lavoro che occupano alle proprie dipendenze un numero di addetti con contratto di apprendistato di primo livello pari o inferiore a 9.

Più in dettaglio, lo sgravio contributivo, previsto nella misura del 100%, si riferisce alla contribuzione prevista dall’articolo 1, comma 773, quinto periodo, della legge n. 296 del 2006 secondo cui “la complessiva aliquota del 10% a carico dei medesimi datori di lavoro è ridotta in ragione dell’anno di vigenza del contratto e limitatamente ai soli contratti di apprendistato di 8,5 punti percentuali per i periodi contributivi maturati nel primo anno di contratto e di 7 punti percentuali per i periodi contributivi maturati nel secondo anno di contratto, restando fermo il livello di aliquota del 10% per i periodi contributivi maturati negli anni di contratto successivi al secondo”.

Lo sgravio si applica per i periodi contributivi maturati nei primi tre anni di contratto, restando fermo il livello del 10% di aliquota per i periodi contributivi maturati negli anni di contratto successivi al terzo. Lo sgravio, secondo la disposizione, si applica ai contratti stipulati nel 2020.

Esoneri contributivi per l’assunzione di under 35

La Legge di Bilancio 2020 modifica la disciplina sulla riduzione dei contributi previdenziali, in favore dei datori di lavoro privati, relativamente alle assunzioni con contratto di lavoro dipendente a tempo indeterminato di soggetti di età inferiore a determinati limiti.

In particolare si estende alle assunzioni effettuate negli anni 2019 e 2020 il limite anagrafico più elevato (per il lavoratore), pari a 34 anni e 364 giorni, già previsto per le assunzioni effettuate nel 2018 (mentre per gli anni successivi resta fermo il limite di 29 anni e 364 giorni).

La riduzione è applicata su base mensile, per un periodo massimo di 36 mesi e la misura dello sgravio è pari, nel rispetto di un limite di 3.000 euro su base annua, a:

  • il 50%dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro per il medesimo rapporto (con esclusione dei premi e contributi relativi all’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali);
  • il100% della stessa base contributiva per le assunzioni, entro 6 mesi dall’acquisizione del titolo di studio, di studenti che abbiano svolto presso il medesimo datore attività di alternanza scuola-lavoro (per un determinato minimo di ore) o periodi di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore o periodi di apprendistato in alta formazione.

La Manovra consente inoltre l’elevamento transitorio della misura dello sgravio (fino ad un massimo del 100%) – mediante utilizzo delle risorse per gli anni 2019 e 2020 dei programmi operativi nazionali e regionali e dei programmi operativi complementari – nelle regioni AbruzzoMoliseCampaniaBasilicataSiciliaPugliaCalabria e Sardegna.

Bonus occupazionale per giovani eccellenze

La Manovra modifica anche la disciplina concernente l’incentivo previsto dall’articolo 1, commi 706 e ss. della legge n. 145 del 2018 per i datori di lavoro privati che assumono a tempo indeterminato:

  • cittadini in possesso della laureamagistrale, ottenuta nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2018 e il 30 giugno 2019 con la votazione di 110 e lode e con una media ponderata di almeno 108/110, entro la durata legale del corso di studi e prima del compimento del 30esimo anno di età, in università statali o non statali legalmente riconosciute;
  • cittadini in possesso di un dottorato di ricerca, ottenuto nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2018 e il 30 giugno 2019 e prima del compimento del 34esimoanno di età, in università statali o non statali legalmente riconosciute.

L’incentivo è concesso nel limite massimo di 8.000 euro per ogni assunzione effettuata, sotto forma di esonero dal versamento dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, con esclusione dei premi e contributi dovuti all’INAIL, per un periodo massimo di 12 mesi decorrenti dalla data di assunzione.

Tuttavia è necessario che il legislatore chiarisca se la decontribuzione ricada sulle assunzioni già avvenute nel corso del 2019 ovvero sulle nuove assunzioni per l’anno 2020.

Sport femminile

Per promuovere il professionismo nello sport femminile ed estendere alle atlete le condizioni di tutela previste dalla legge sulla prestazione di lavoro sportivo, la Legge di Bilancio 2020 esonera le società sportive femminili dal versamento dei contributi previdenziali e assistenziali per gli anni 2020, 2021 e 2022.

L’esonero riguarda il 100% dei contributi previdenziali e assistenziali, con esclusione dei premi per l’assicurazione obbligatoria infortunistica, entro il limite massimo di 8.000 euro annui.

Liquidazione anticipata NASpI

La Legge di Bilancio 2020 introduce anche la non imponibilità della liquidazione anticipata della Nuova assicurazione sociale per l’impiego (NASpI) volta alla sottoscrizione di una quota di capitale sociale di una cooperativa nella quale il rapporto mutualistico ha ad oggetto la prestazione di attività lavorative da parte del socio.

La liquidazione anticipata si considera non imponibile ai fini dell’imposta sul reddito delle persone fisiche. Con successivo provvedimento dell’Agenzia delle entrate saranno definiti i criteri e le modalità di attuazione della norma.

Il Direttore Generale Rete di Veneto Eccellenze