Interessi di mora: dal 1° luglio sconto su debiti e cartelle di pagamento

Giu 24, 2019

Interessi di mora: dal 1° luglio sconto su debiti e cartelle di pagamento

Interessi di mora sulle cartelle di pagamento: sconto in arrivo per i contribuenti dal prossimo 1° luglio 2019. Ecco tutte le novità nelle circolari INPS e Agenzia delle Entrate

Interessi di mora 2019sconto su cartelle di pagamento e sui debiti contributivi. Lo ha previsto una recente circolare dell’Inps – in attuazione di un precedente provvedimento dell’Agenzia delle Entrate – nella quale l’ente previdenziale annuncia una riduzione dello 0,33% rispetto agli interessi di mora precedenti.

Lo sconto troverà applicazione a partire dal 1° luglio 2019 e si riferisce sia ai ritardi nel pagamento delle somme iscritte a ruolo sia al calcolo delle somme dovute ai sensi dell’articolo 116, comma 9, della legge numero 388/2000.

Quindi, dal 1° luglio 2019, su tutte le cartelle di pagamento e sui debiti contributivi saranno applicati interessi moratori in misura del 2,68%.

Interessi di mora 2019 su cartelle di pagamento, INPS e Agenzia delle Entrate: sconto con aliquota al 2,68%

L’Agenzia delle Entrate ha previsto uno sconto degli interessi di mora sulle somme iscritte a ruolo per ritardi nel pagamento da parte dei contribuenti.

Il provvedimento in questione è il numero 14803 del 23 maggio 2019, dove si legge che, a decorrere dal prossimo 1° luglio 2019, gli interessi di mora sulle cartelle di pagamento e sui debiti contributivi saranno del 2,68%. In pratica viene applicato uno sconto dello 0,33%.

Nel determinare il nuovo tasso annuale, l’Agenzia delle Entrate si è avvalsa del parere di Banca d’Italia, che ha determinato la soglia del 2,68% in riferimento al periodo 01/01/2018 – 31/12/2018.

Di seguito il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate n. 148038 del 23 maggio 2019:

Agenzia delle Entrate, provvedimento n. 148038, 23/05/2019

Clicca qui per consultare il pdf

Sconto interessi di mora 2019 su cartelle di pagamento: la circolare numero 81 Inps

Il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate è stato recepito dall’Inps nella circolare numero 81 del 3 giugno 2019.

Dunque, oltre che agli interessi sulle cartelle di pagamento, lo sconto sugli interessi moratori si applica anche ai debiti contributivi. Precisamente, la circolare recita che:

…dopo il raggiungimento del tetto massimo delle sanzioni civili calcolate nelle misure previste dal comma 8, lettere a) e b) del medesimo articolo 116 senza che il contribuente abbia provveduto all’integrale pagamento del dovuto, “sul debito contributivo maturano interessi nella misura degli interessi di mora di cui all’articolo 30 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 602”.

Il nuovo tasso troverà applicazione a partire dal 1° luglio 2019 e sarà del 2,68%, mentre per il momento è fissato al 3,01%.

Per maggiori dettagli, si consiglia di consultare la circolare n. 81/2019 dell’Inps:

Inps, circolare n. 81, 03/06/2019

Clicca qui per consultare il pdf

Il Direttore Generale Rete di Associazioni Veneto Eccellenze