Il Garante della Privacy ha dettato nuoive regole tecniche per l’attuazione del PAT

Giu 19, 2020

Il Garante della Privacy ha dettato nuoive regole tecniche per l’attuazione del PAT

Ripresa dalla Newsletter del Garante Privacy n. 465 del 21 maggio 2020.

Il Garante per la protezione dei dati personali ha dato “parere favorevole” sullo schema di decreto del Presidente del Consiglio di Stato che fissa le regole tecniche per l’attuazione del processo amministrativo telematico, come modalità di trattazione della causa, alternativa a quella unicamente scritta, durante l’emergenza Covid-19, nel periodo che va dal 30 maggio al 31 luglio 2020.

In particolare il Garante ha ritenuto positivo il fatto che non sia consentita la registrazione delle udienze, cosa che dovrebbe impedire al provider, che offre il servizio di videoconferenza, di acquisire alcun dato personale al di fuori dei “metadati” necessari per il collegamento video da remoto (identificativi per l’autenticazione coincidenti con gli indirizzi email, indirizzi Ip delle postazioni, data e ora della connessione).
Il ricorso alla videoconferenza, inoltre, sarebbe limitato alle sole udienze con presenza dei difensori essendo invece le camere di consiglio decisorie svolte di norma in “audioconferenza”.

Fonte: https://www.garanteprivacy.it

Il Direttore Generale Rete di Associazioni Veneto Eccellenze